Nuove ricette

Da dove viene il cocktail: 10 slideshow di "Cock-Tales"

Da dove viene il cocktail: 10 slideshow di


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

1. Dal "Manuale di Jack" di J.A. Grohuska (1933)

Secondo la storia, intorno all'inizio del secolo scorso, il re Axolot VIII del Messico offrì da bere al generale dell'esercito americano prima di aprire i negoziati di pace. Apparve una bella donna con in mano una tazza d'oro tempestata di rubini piena di una strana pozione prodotta da lei stessa. Il re, nonostante non avesse mai visto la donna prima, disse: "Quella è mia figlia Coctel". "Vostra Maestà", rispose il generale, "farò in modo che il suo nome sia onorato per sempre dal mio esercito". Naturalmente, nel tempo, Coctel è diventato cocktail.

2. "From The Cocktail Book, A Sideboard Manual for Gentlemen" di L.C. Page and Company (1913), "La vera storia della coda del gallo"

Questa storia è incentrata su Peggy, la figlia di William Van Eyck, che possedeva una famosa vecchia taverna a Yonkers. Un giorno, dopo un appuntamento con il suo amante nell'appartamento dove il maestro Van Eyck teneva il suo premiato gallo, Old Lightening, Peggy preparò da bere al giovane. Al termine, la piuma dell'uccello è caduta nella bevanda, ha mescolato il contenuto del bicchiere e ha proclamato: "Bevi questo cocktail, signore, per il tuo successo con mio padre e come pegno per la nostra futura felicità!"

3. Da "Il compagno di Bon Vivant o come mescolare le bevande" di George A Zabriskie (1948), "Da dove vengono i cocktail"

Wikimedia Commons/Carte du département de la Gironde (33), rotte, ville e "Pays"

Un francese, il dottor Tardieu, dichiara di aver scoperto nel corso di alcune ricerche scientifiche che i cocktail, generalmente considerati di origine americana, sono in realtà gli antichi coquetele francesi, diffusi da diversi secoli nelle regioni di Bordeaux.

4. Da "What'll You Have" di Julien J. Roskauer (1933), "Come ha preso il nome il cocktail!"

Questa storia successiva attribuisce l'origine a una famosa locanda rivoluzionaria nella contea di Westchester chiamata Betsy's Tavern. Un giorno, gli ufficiali americani hanno fatto irruzione in un commissario britannico e hanno rubato diversi uccelli maschi, conosciuti con il nome di "gallo". Seguì una festa sfrenata in cui Besty mescolava le bevande celebrative con la coda dell'uccello. Dopo un brindisi, uno degli ufficiali francesi gridò: "Vive le cocktail!"

5. La storia messicana

Un marinaio in visita beveva dei punch locali a Campeche, nel Golfo del Messico, mescolandoli con cucchiai di legno. Un barista ha sostituito una radice locale conosciuta come "cola de gallo" - tradotto, "Cocktail".

6. Le storie inglesi

Versione 1: Un inglese, il dottor Johnson, presentò un vino da un amico di nome Bosell, il quale gli disse che questo vino era mescolato con il gin. Rispose: "aggiungere alcolici al vino sa della nostra iperbole alcolica. Sarebbe un vero cocktail da bere".

Versione 2: Il cocktail è stato chiamato in onore dell'ufficiale del secondo reggimento dei Royal Sussex Fusileers, nell'esercito britannico. Gli uomini di questo reggimento indossavano piume simili a piume di gallo nei loro berretti, ed erano comunemente chiamati "The Cocktails" dagli uomini di altri reggimenti.

7. Le storie del Mississippi

Versione 1: I giocatori vincenti a bordo dei piroscafi si preparavano da bere con una selezione di tutti i liquori del bar. Hanno bevuto questa bevanda da bicchieri a forma di petto di gallo, e l'agitatore aveva la somiglianza di una piuma di coda. C'era anche un'illustrazione di una ballata pubblicata nel 1871 chiamata An American Cocktail di questo evento.

Versione 2: Gli uomini del fiume Mississippi si sfidarono l'un l'altro per diventare "The Cock of the Walk", che significa il più forte, il più cattivo e il miglior wrestler sul fiume. Il vincitore si è guadagnato il diritto di indossare una piuma di gallo rosso vivo nel suo cappello. Poteva proclamare di poter bere e combattere tutti. "Cock of the Walk" + "tail" = Cocktail.

8. La storia dell'addestratore di cavalli (Another Horse's Tale)

Gli addestratori di cavalli darebbero ai loro cavalli una forte miscela di spiriti che li farebbe "alzare la coda" e correre più veloci.

9. Storia di New Orleans

Un medico francese servì da bere ai suoi amici usando un portauovo a doppia estremità in stile gallico, coquetiers. I suoi amici li chiamavano, avete indovinato: cocktail!

10. Da "The H.L. Mencken Story" di H.L. Mencken, The Sunday Sun (13 dicembre 1908)

Il cocktail è stato inventato il 17 aprile 1846, alle 8:15 da John Welby Henderson della Carolina del Nord all'Old Palo Alto Hotel di Bladensburg, nel Maryland. Il primo cocktail è stato servito a John A. Hopkins di Fairfax, Virginia. La storia continua che è stato servito al signor Hopkins, per recuperare i nervi dopo un duello.



Commenti:

  1. Zulkisida

    Questo non è esattamente quello di cui ho bisogno. Chi altro può suggerire?

  2. Flynt

    Questa opinione divertente

  3. Estmund

    Assolutamente con te d'accordo. In esso qualcosa è ed è un'idea eccellente. Ti supporto.

  4. Enando

    Penso, cos'è - una bugia.

  5. Kigajar

    Sorprendentemente, questo messaggio molto prezioso



Scrivi un messaggio