Nuove ricette

L'Almanacco del Cibo: mercoledì 27 marzo 2013

L'Almanacco del Cibo: mercoledì 27 marzo 2013


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Calendario alimentare
è Giornata Nazionale della Paella in America. La paella sta prendendo piede. Mentre siamo sempre stati in grado di trovare un ristorante intorno a New Orleans che serve paella, fino a poco tempo non abbiamo mai avuto bisogno di più delle dita di una mano per contarli. Né quelli che abbiamo trovato particolarmente buoni, di nuovo, fino agli ultimi anni, con l'ampliamento di tutti i ristoranti etnici a New Orleans. Da sempre, qualsiasi chef che ha reso il più famoso dei piatti di riso spagnoli poteva essere molto orgoglioso di questo. Abbastanza perché la paella sia di solito l'articolo più costoso nei menu che la offrono.

La paella si presenta in molte forme, con una lunga lista di possibili ingredienti. Ma si riduce a questo: riso, olio d'oliva e brodo (di solito pollo) vengono cotti in una grande padella con pollame, salsicce o frutti di mare, oltre a piselli, fagioli e verdure salate. È aromatizzato allo zafferano se è una buona versione. Nelle edizioni più economiche, l'annatto dona il colore dello zafferano, ma non il sapore e l'aroma inconfondibili.

Il piatto era originario di Valencia, ma ora puoi mangiarlo in molte parti del mondo. C'è qualche dubbio sul fatto che jambalaya sia un discendente diretto della paella, ma è certamente correlato, attraverso il collegamento tra le Indie occidentali spagnole e la Louisiana. Attualmente, i migliori ristoranti per la paella sono Barcelona Tapas a Metairie, RioMar nel Warehouse District, Cafe Grenada a Carrollton, Liborio nel CBD e Lola's a Esplanade Ridge.

Gazetteer Gourmet
Ricetown è nel Kentucky orientale, una parte del paese dove più città hanno nomi legati al cibo che altrove. È in una piccola valle ma vicino a Indian Creek nelle ripide colline pedemontane degli Appalachi. I campi ben tagliati si trovano in fondo alla valle, e il riso potrebbe essere coltivato lì, ma le mucche e i cavalli sono più probabili. I casali della zona sono ben distanziati, troppo per definire un centro abitato. O per avere ristoranti a meno di nove miglia di distanza. Ad esempio, Cody's Corner e Kristen's Cafe, due nomi per lo stesso posto, sono a ovest di Buckhorn.

Dizionario commestibile
teff, n.--Un cereale coltivato fin dall'antichità dalle popolazioni della parte dell'Africa che oggi è l'Etiopia. Negli ultimi anni è diventato popolare in questo paese, prima nei negozi di alimenti naturali, poi in generale. L'avvento dei ristoranti etiopi intriga anche molte persone al teff. La sua farina è uno degli ingredienti principali nella preparazione dell'injera, l'ampia focaccia usata per raccogliere il cibo dal piatto etiope. La richiesta di più cereali, in particolare quelli senza glutine, ha portato il teff ai margini del principale acquirente di generi alimentari. L'ho visto menzionato come uno dei "grani antichi" in uno dei pani multicereali di Pepperidge Farms.

Il cibo nella diplomazia
Il ciliegi in fiore per i quali Washington, DC è così famosa, furono piantati per la prima volta in questa data nel 1912. Erano un dono del popolo giapponese. Degli oltre 3.000 alberi piantati allora, più di un centinaio sono ancora vivi. Da allora ne sono stati piantati molti altri, ovviamente, e ora la città ne è piena. Si sente dire che i fiori sono molto più belli del gusto delle ciliegie vere. Ma questo è vero per molte cose.

Invenzioni alimentari
Oggi, nel 1860, un newyorkese di nome M.L. Byrn ha brevettato un design di a cavatappi. Era a forma di T, basato su gadget che erano stati a lungo usati per estrarre proiettili conficcati nelle bocche delle pistole. I cavatappi esistevano prima dell'invenzione di Byrn, ma il suo design è diventato lo standard in America per decenni. Il fine aziendale non era un verme, come usiamo ora, ma sembrava più una vite.

Il vecchio saggio della cucina Sez:
Se un cavatappi trasforma un tappo di vino in briciole, non importa quanto lo hai pagato o per quanto tempo ha funzionato correttamente o quanto è bello, buttalo via.

Omonimi di cibo
NFL running back Tom Beer prese vita oggi nel 1969. Ohio Congressman Douglas Applegate è nato oggi nel 1928. . Nathaniel Currier, che con il suo compagno James Ives creò litografie generalmente considerate i primi pezzi artistici di Americana, nacque oggi nel 1813. Stacy Ferguson, cantante del gruppo The Black Eyed Peas, nasce oggi nel 1975.

Parole da mangiare
"Il riso nasce nell'acqua e deve morire nel vino."--Sconosciuto.

Parole da bere
"Bevi ogni cattiveria. "--William Shakespeare, Le allegre comari di Windsor.


L'Almanacco del Cibo: mercoledì 27 marzo 2013 - Ricette

I filippini amano mangiare e per combattere il caldo, bramiamo cibi che possano placare la sete e riempire il nostro appetito. Ecco alcuni dei cibi che ogni filippino desidererà sicuramente questa estate:

1. Ciao ciao - Il primo della lista è l'alone di Halo. Fagioli bolliti e zuccherati o fagioli mung (munggo), bolliti kamote (patata dolce), ceci, kaong (frutta di palma da zucchero), nata de coco, macapuno, bollito saggio na saba, croccante pinipig, riempito con ghiaccio tritato e guarnito con maturi langka (jackfruit) e ube (patata viola) e pori con latte evaporato, il preferito di tutti i tempi di questo filippino viene servito non solo durante la stagione estiva, ma durante tutto l'anno.

Anche se alcuni ingredienti sono fuori stagione, halo halo, dal termine tagalog cioè 'mescolare', può essere miscelato con altri tipi di frutta e aromi. La ricetta classica di questo piatto è passata al livello successivo poiché alcuni stabilimenti dell'industria alimentare hanno introdotto innovazioni a questo dolce come l'aggiunta di una pallina di gelato o il servizio in modo diverso.

2. Scramble di ghiaccio - Ghiaccio tritato mescolato con zucchero e latte evaporato o condensato e guarnito con sciroppo (di solito fragola o cioccolato, o una combinazione di entrambi) e latte scremato, sono molto conosciuti e venduti durante i pomeriggi caldi soprattutto tra i bambini.


L'Almanacco del Cibo: mercoledì 27 marzo 2013 - Ricette

Quindi ho scritto in un blog sui miei due stili alimentari drasticamente diversi durante le mie due gravidanze prima.

Durante la mia prima gravidanza mi sono lasciata andare a troppi zuccheri, troppi carboidrati e non ho mai cercato di avere una vera salute.
Alla fine mi sentivo terribilmente pigro, aveva guadagnato 41 libbre e ha dato alla luce a Bambina di 9 libbre.
Perdere peso è arrivato con uno sforzo e una determinazione estremi. (E in realtà ho continuato a perdere 15 chili in più per raggiungere un BMI sano. Che era un sacco di lavoro!)

Quindi per la mia seconda gravidanza ho voluto seguire un molto dieta più sana.
Dopo molte ricerche ho imparato che il modo principale per controllare non solo l'aumento di peso della madre durante la gravidanza, ma anche quello del bambino è guardando la tua assunzione di carboidrati. E, naturalmente, dato che lo zucchero è il carboidrato più inutile che ci sia, tu veramente vogliono limitare l'assunzione di zucchero.

Ho continuato a seguire la dieta della gravidanza Brewer.
Questa è una dieta che si concentra su proteine, verdura e frutta. E consente una quantità limitata di cereali integrali.
Puoi vedere il mio post su di esso qui per maggiori dettagli su ciò che comporta.

Non l'ho seguito alla lettera.
(* Ed è quello che ti consiglierei. Di prestare attenzione al tuo corpo e ai suoi bisogni.)
In realtà è MOLTO cibo prescritto al giorno e letteralmente non potevo mangiarlo tutto. (E sono una persona a cui piace mangiare.) Ho appena mangiato quando avevo fame e mi sono fermato quando ero sazio. Ho usato la dieta del birraio come linea guida generale per cosa? tipi di cibo a cui aspirare. Sono stato molto attento a non superare la mia assunzione giornaliera di cereali. E sono stato MOLTO attento con gli zuccheri raffinati, non avendone quasi per 9 mesi.

Così facendo, oltre a rimanere attiva (nuotando regolarmente o camminando), sono stata in grado di guadagnare solo 32 libbre durante la mia seconda gravidanza. Mi sentivo benissimo, per niente pigro. E ho dato alla luce a 8 libbre 4 once bambina.
*Entrambe le gravidanze sono durate 42 settimane. Al mio forno piace veramente cuocere quei panini per bambini.

Sono nove libbre in meno della mamma in attesa in piedi sulla bilancia, e quasi un chilo in meno del bambino quando è uscita, questa volta.
Nove sterline sembrano tante, te lo posso dire.
E il peso dopo il parto è venuto via con molto meno sforzo!



Per quelli di voi preoccupati per il primo trimestre, voglio che sappiate che non ho seguito questa dieta durante il mio primo trimestre. Fondamentalmente l'unico cibo che potevo digerire era il semplice Cheerios nel latte. Quindi questo è quello che ho mangiato. Ma mi sono assicurato di mangiare solo ciò di cui avevo bisogno.
Durante la mia prima gravidanza ero così sopraffatta dalla sensazione di nausea (non ho mai vomitato, durante nessuna delle due gravidanze, mi sentivo solo costantemente nauseata) che praticamente ho mangiato senza sosta cercando di sedare il disagio. Ho anche fatto tutto ciò che pensavo suonasse bene (che era principalmente barrette di muesli ricoperte di cioccolato). Quindi mangiavo barrette di muesli ricoperte di cioccolato ogni ora. Questa è stata una cattiva idea perché non ha risolto la nausea per me (ho solo continuato a sperare che lo facesse) e ho finito per guadagnare qualcosa come 8-10 libbre durante il mio primo trimestre.
Non volevo ripeterlo la seconda volta, quindi... fatto mangiare solo quello che potevo digerire, ma ho optato per la versione più salutare che ho trovato. (I cheerios semplici hanno molto meno zucchero dei cheerios al miele.) E ho provato a mangiare solo quando avevo davvero fame, e solo quanto mi serviva. E così facendo ho mantenuto il mio aumento di peso del primo trimestre a circa 4 o 5 libbre. Questo ha fatto una grande differenza nei chili totali che ho messo su!


Comunque.
È solo un retroscena, quindi sai da dove vengo.

Recentemente ho iniziato a voler incorporare questo stile di mangiare nella mia normale routine.
(Penso che sia una buona idea durante l'allattamento (cosa che sto attualmente facendo) mangiare questi tipi di cibi sani. E stiamo parlando di avere più figli, quindi potrei anche riprendere l'abitudine ora, quindi è più facile la prossima volta. )
(In realtà questo stile alimentare, che si concentra su cibi nutrienti non trasformati, è ottimo da fare in qualsiasi momento della vita! Puoi semplicemente modificare le quantità in base alle tue esigenze. Se non sei ancora incinta, ma pianifica di esserlo ad un certo punto , salire a bordo di questo treno ora sarebbe un'ottima idea. Ci vuole un po' di tempo per adeguare i tuoi gusti e il tuo stile di cucina.)


Durante la mia seconda gravidanza, ho avuto difficoltà a capire come inserire tutti questi alimenti nel mio menu.
Quindi, per aiutarmi a tornare di nuovo in questo, ho iniziato a rintracciare le ricette incentrate sugli alimenti nell'elenco.

Ho pensato che anche ad altre donne sarebbe piaciuto vedere queste tavole.

Ne ho fatti un paio diversi.
Ce n'è uno principale, in cui metto principalmente ricette che sono come un pasto principale che hanno alcuni dei diversi tipi di cibo coinvolti.
E poi ho creato alcune altre schede più focalizzate su uno dei tipi di cibo, e quelle ricette sono spesso più adatte per uno spuntino o un piccolo pasto extra, che può aiutarti a inserire tutti i tuoi gruppi vitaminici.

Quindi, senza ulteriori indugi, ecco le schede:


Spero che ti lasci ispirare da queste ricette appuntate, in modo che tu ti senta libero di modificarle per adattarle ai tuoi gusti e al tuo stile di vita, o anche creare qualcosa di nuovo che ti viene in mente dopo averle viste. Ci sono davvero molte possibilità salutari!!

** Sentiti libero di seguire queste bacheche. Ma solo perché tu sappia che sono un lavoro in corso, quindi mentre li riempio, il tuo feed Pinterest potrebbe essere inondato. :) Ma forse è una buona cosa, se hai bisogno di ispirazione. :)
Oppure puoi sempre appuntare questo post e tornare a cercare cose di tanto in tanto.

*** Fatemi sapere nei commenti qui sotto se avete una Pinterest Board di Brewer Diet che andate voi stessi! Oppure lasciami (ci) in su tutte le tue fantastiche ricette!


Nella fotografia notturna

Curva di apprendimento: Ci sono alcuni errori di produzione nel mio primo tentativo di ospitare così tante persone, come non spostare lo schermo della "fotocamera" sulla persona che sta parlando (alla fine sto meglio, quindi abbi pazienza). Nelle trasmissioni future, potrei coinvolgere un produttore a tempo pieno, così posso concentrarmi sull'ospitare i miei ospiti.

Dietro le quinte: Dopo aver terminato la trasmissione, siamo rimasti tutti online per un'altra ora, parlando, condividendo storie, informazioni ed esperienze (peccato che questo non sia stato registrato, poiché queste chat segrete sono state la parte migliore della serata).

Negli Hangout futuri: Ho intenzione di fare alcune interviste individuali e portare più discussioni e interazioni pubbliche. I tuoi suggerimenti mi aiuterebbero a pianificare questi eventi futuri.

Link citati nella trasmissione. Ecco alcuni degli elementi menzionati nell'hangout di ieri sera:

Forum e tutorial sulla fotografia notturna:
. via Mike Berenson
. via David Kingham
. tramite questo blog (ci sono dozzine di tutorial e articoli pratici qui)

Post in primo piano: Stelle cadenti Recensione eBook — Come fotografare le stelle e la luna
Annuncio pubblicitario: Hot offerte settimanali di fotografia - Sconti incredibili (aggiornati due volte a settimana).


Domenica 24 marzo 2019

Nuovi pali creati in Perù (2), Filippine e Carolina del Sud, nuovi distretti creati in Brasile, Costa d'Avorio,

Perù
La Chiesa ha organizzato due nuovi pali a Lima, in Perù.

La Lima Perú La Campiña è stata organizzata il 10 marzo da una divisione del Palo di Lima Perú Chorrillos e del Palo di Lima Perú San Juan. Il nuovo palo comprende i seguenti cinque rioni: Rioni La Campiña 1, Las Delicias, Las Palmeras, Las Villas e Umamarca.

Il Palo delle Begonie di Lima Perú è stato organizzato il 17 marzo da una divisione del Palo di Lima Perú Canto Grande. Il nuovo palo comprende i seguenti sei rioni: i rioni Begonie, Canto Chico, Los Manzanos, Los Postes, Santa Fe e Viña.

Ora ci sono 46 pali a Lima - il maggior numero di pali di qualsiasi area metropolitana del mondo al di fuori degli Stati Uniti. Per mettere quel numero in prospettiva, ci sono più pali a Lima che in tutti i paesi del mondo tranne dieci. Il numero di pali a Lima è approssimativamente lo stesso numero di pali della Chiesa nel Regno Unito (45). I membri in Perù riferiscono che molti rioni verranno probabilmente organizzati nel prossimo futuro. La Chiesa ha regolarmente organizzato nuovi rioni a Lima negli ultimi 18 mesi su base quasi mensile o bisettimanale. Inoltre, la maggior parte dei rioni raggiunge oltre 300 membri attivi (o anche 400 membri attivi in ​​rare situazioni) prima di essere divisi per organizzare nuove congregazioni. È probabile che nei prossimi 1-2 anni a Lima si creeranno ulteriori nuove quote.

Filippine
La Chiesa ha organizzato un nuovo palo nel nord di Luzon il 17 marzo. Il Palo di Ballesteros nelle Filippine è stato organizzato dal Distretto di Ballesteros nelle Filippine e un ramo dal Distretto di Bangui nelle Filippine. Il nuovo palo comprende sei rioni: Abulog, Allacapan, Ballesteros, Claveria, Lasam e Sanchez Mira. Il nuovo palo è il primo palo della Chiesa situato sulla costa settentrionale dell'area più settentrionale dell'isola di Luzon.

Ora ci sono 108 pali e 67 distretti nelle Filippine.

Carolina del Sud
La Chiesa ha organizzato un altro nuovo palo nella Carolina del Sud a febbraio. Il nuovo palo è stato organizzato il 24. Il Palo di Hilton Head, nella Carolina del Sud, è stato organizzato da una divisione del Palo di Savannah, in Georgia. Il nuovo palo comprende i seguenti cinque rioni e due rami: i rioni di Beaufort, Hilton Head, Pooler, Ridgeland e Rincon e i rami militari di Okatie (spagnolo) e Parris Island. Il nuovo palo è il terzo nuovo palo della Chiesa organizzato nella Carolina del Sud negli ultimi 12 mesi.

Ora ci sono nove pali in South Carolina.

Brasile
Il 24 febbraio la Chiesa ha organizzato un nuovo distretto nello stato occidentale di Pernambuco. Il Distretto di Araripina Brasile è stato organizzato dal Palo di Juazeiro do Norte in Brasile. Il nuovo distretto comprende i seguenti tre rami: Araripina, Salgueiro e Trindade. Tutti e tre questi rami sono stati organizzati nell'ultimo decennio.

Ora ci sono 273 pali e 39 distretti in Brasile.

Costa d'Avorio
Il 24 febbraio la Chiesa ha organizzato un nuovo distretto da diversi rami della missione nella missione di Yamoussoukro in Costa d'Avorio. Il Distretto di Duekoue Costa d'Avorio è stato organizzato con quattro rami che in precedenza riportavano direttamente alla missione, vale a dire i rami Bangolo 1 °, Bangolo 2 °, Duekoue 1 ° e Duekoue 2 °. I missionari che prestano servizio nel rapporto di missione progettano di organizzare diversi distretti aggiuntivi e molti nuovi rami all'interno della missione nel prossimo futuro. Le posizioni che sembrano probabili per nuovi distretti nel prossimo futuro includono Danane, Sinfra, Issia e Meagui.

Ora ci sono 14 pali e 14 distretti in Costa d'Avorio.


Sabato 23 marzo 2013

Torta al whisky irlandese

Ancora una volta, ecco un'altra fantastica ricetta dalla scatola delle ricette di mia madre. Torta al whisky irlandese. La cosa fantastica di questa torta è ovviamente la sua semplicità e il suo gusto. Tutti gli ingredienti vanno in una ciotola e il gioco è fatto, ad eccezione del burro e della glassa al whisky che versiamo sulla torta appena esce dal forno.

Detto questo, eseguiamolo:

Per la Torta:

Preriscaldare il forno a 350 gradi.

1/2 tazza di olio
1 oncia di whisky
4 uova
1 tazza di latte
1 preparato istantaneo per budino alla vaniglia (non fare il budino, usa solo il mix in polvere nella scatola)
Preparato per torta bianca
1 tazza di noci
2 cucchiaini di farina

Per la glassa al whisky:

1 panetto di burro
3/4 tazza di 10x, zucchero a velo o zucchero a velo
1/2 tazza di whisky

  • Mettere le noci nel robot da cucina con 1 cucchiaino di farina e lavorare fino a quando le noci saranno tritate finemente. Mettere da parte.
  • Unire il composto per torta bianca, l'olio, il whisky, le uova, il latte, il preparato per budino e le noci tritate nella ciotola del mixer.
  • Mescolare fino a quando tutti gli ingredienti sono ben amalgamati.
  • Imburrate e infarinate la vostra teglia.
  • Versare l'impasto in una tortiera o in una pirofila.
  • Cuocere per 1 ora.
  • Mentre la torta cuoce, sciogliere il burro e unire lo zucchero 10x e il whisky. Mettere da parte.
  • A cottura ultimata, appena tolta dal forno, versateci sopra la glassa al whisky e lasciate raffreddare la torta.
  • Una volta che la torta si sarà raffreddata, passate una spatola sui lati della tortiera e toglietela dalla tortiera.
  • A piacere spolverizzare con zucchero a velo.

Com'è stato facile!! Fatemi sapere cosa ne pensate di questa ricetta e della vostra creatività riguardo al tipo di stampo che avete usato per cuocere la torta.


L'Almanacco del Cibo: mercoledì 27 marzo 2013 - Ricette

Devo ammettere che quando abbiamo affrontato per la prima volta questo progetto di Bolzano Blogger, non ero sicuro di cosa avremmo fatto esattamente per la nostra prima ricetta. Il salame di Bolzano è delizioso, ma generalmente lo mangiamo fuori mano, come parte di un tagliere di antipasti, o preparato semplicemente su un panino. Quindi, pensare di creare una ricetta che sfruttasse davvero al massimo i sapori della carne mi è sembrata un po' una sfida.

Abbiamo avuto la fortuna di ricevere un bastoncino del nuovissimo sapore del salame di Bolzano: il Pitzotl, con la zip dei peperoncini e il sapore profondo e scuro del delizioso cacao in polvere. Così abbiamo deciso di puntare su ricette che mettessero in risalto le qualità “molesche” del prodotto.

Questa deliziosa ricetta prevede petti di pollo in salamoia ripieni di burro all'aglio e cumino e farciti fino all'orlo con salame Pitzotl, pomodori secchi e Queso Fresco. I petti di pollo sono facili da mettere insieme, mantengono la loro forma grazie a un po' di spago da cucina e sono perfetti per essere preparati in anticipo. Sia la salamoia che il burro assicurano un petto di pollo deliziosamente tenero e il ripieno di base offre il giusto tocco di dolce sapore salato.

I petti di pollo si cuociono magnificamente in forno e, quando vengono tagliati a medaglioni, fanno una presentazione favolosa sul piatto della cena. Abbinali a riso messicano, zucca saltata e fagioli neri fritti. E mangia i medaglioni avanzati impilati su un panino con lattuga croccante, magari una fetta di formaggio fuso e un po' di maionese al peperoncino.

Petti di pollo ripieni di Pitzotl
Perfetto per la tua prossima cena. Preparalo e dicci cosa ne pensi!

Vuoi provare di persona uno dei salumi bolzanini?
Regaliamo un pezzo di salame a un fortunato lettore. Tutto quello che devi fare è dirci quale gusto di salame ti piacerebbe provare e come lo useresti.

Hai tempo fino alle ore 12.00 di mercoledì 10 aprile 2013, quando selezioneremo a caso un fortunato vincitore che riceverà un bastoncino di salame di Bolzano per te. I vincitori riceveranno una notifica via e-mail, quindi lascia il tuo indirizzo e-mail con il tuo commento se non è incluso nel tuo profilo Blogger. Voci solo dagli Stati Uniti, per favore.

Scegli tra i seguenti gusti:

Pamploma Runner
RauchZwiebel
Vecchia scuola
Fin Oh Kee Oh Na
Salame Rosso di Maiale
Pitzotl

Informativa completa: Il prodotto per lo sviluppo della nostra ricetta è stato fornito gratuitamente da Bolzano Artisan Meats. Ma tutte le opinioni espresse sono le nostre e stiamo pagando il conto per l'omaggio del salame.


L'autentica insalata Waldorf.

Oggi, 14 marzo …

L'originale hotel Waldorf è stato inaugurato in questo giorno nel 1893 con un concerto di beneficenza in onore dell'ospedale pediatrico St Mary's. Il New York Times indicato come a Mi-Careme evento - cioè, è stato raggiunto un evento tenuto nel mezzo della Quaresima per celebrare la metà dell'astinenza. Sembra improbabile che la ricca élite sociale di New York abbia sofferto molte privazioni durante la prima metà della Quaresima, e sembra ancora più improbabile che sia stata loro servita una maigre cena della sera, ma i dettagli esatti del pasto non sembrano essere stati conservati.

Oscar Tschirky il famoso “Oscar del Waldorf” è stato il maitre d’hotel dall'apertura dell'hotel fino al suo ritiro nel 1943. Sebbene non fosse uno chef, sembra che abbia avuto una mano nel suggerire o ispirare il cibo idee, e la tradizione vuole che abbia inventato l'insalata Waldorf per l'inaugurazione dell'hotel. Nel 1896 scrisse un libro di cucina chiamato molto senza pretese Il Ricettario, e ha incluso la sua ricetta per l'insalata:
Insalata Waldorf.
Sbucciare due mele crude e tagliarle a pezzetti, diciamo di circa mezzo pollice quadrato, tagliare anche del sedano allo stesso modo, e unirlo alla mela. Fate molta attenzione a non mischiarvi i semi delle mele. L'insalata va condita con una buona maionese.

Hai notato che non ci sono noci in questa ricetta? Quando sono stati aggiunti?

C'è una ricetta in The Times Cook Book, No. 2: 957 Cooking And Other Recipes. /Dalle donne californiane portate fuori dalla serie di concorsi di ricette a premi del 1905 nel Los Angeles Times del 1905. Non so se sia la prima versione matta, ma eccola qui, grazie alla signorina K. Hamin di 353 South Alvarado street.

Insalata Waldorf.
Tre quarti di tazza di noci tritate, mezza tazza di sedano tritato, una tazza di mela tagliata fine, un pizzico di paprika e sale qb. Mescolare con maionese o qualsiasi altro condimento per insalata a piacere. Abbastanza per sei persone.

Sembra esserci un irrefrenabile bisogno umano di modificare ogni ricetta perfettamente buona. La signora Howard P. Denison pensava che la buccia d'arancia sarebbe stata perfetta e ha contribuito con la sua idea a Il libro di cucina casalinga della buona donna delle pulizie (1909) di Isable Gordon Curtis.

Insalata Waldorf.
Due tazze di sedano tritato finemente, la scorza grattugiata di un'arancia, una tazza di mele tagliate a dadini. Se le mele rosse sono fini prenderne sei e scavare l'interno, facendo delle coppette per le insalate. Mescolare quanto sopra con la seguente maionese: un tuorlo d'uovo molto freddo con un cucchiaino di succo di cipolla e un tuorlo di un uovo sodo, una tazza di olio d'oliva freddo, un cucchiaio di zucchero, un cucchiaio di aceto, un cucchiaio di succo di limone, uno cucchiaino di sale, un quarto di cucchiaino di pepe di Caienna, mezzo cucchiaino di senape. Amalgamare bene mescolando l'olio, goccia a goccia, all'uovo ea qualche goccia di aceto, limone, sale, pepe, ecc. precedentemente ben amalgamati tra loro quindi riempire le coppette o fare un composto semplice, servendo su foglie di lattuga bianca. Le palline di formaggio sono deliziose servite con questa insalata.


Budino d'Ambra.

Inutile dire che il colore è importante nel cibo. Per quanto riguarda le verdure, i nutrizionisti ci dicono che le varietà dai colori intensi ci fanno particolarmente bene. Per quanto riguarda i piatti cucinati, cuochi e chef di tutto il mondo sanno che alcuni colori attraggono e altri respingono. Lo scorso ottobre abbiamo esplorato i temi del cibo rosso, giallo, blu e verde, e me ne sono ricordato quando sono stato brevemente distratto da Budino d'Ambra mentre stavo decidendo sulla ricetta di ieri. È stato rifiutato il giorno, perché non conteneva ambra grigia, ma è troppo delizioso per rifiutarlo completamente. Ricette per il budino d'ambra compaiono regolarmente nei libri di cucina del XIX secolo, il nome deriva dal suo bel colore dorato-ambrato, che a sua volta deriva dal burro, dai tuorli e dall'arancia candita che contiene.

Il cibo dal colore dorato sembra particolarmente attraente. C'è una sorta di attrazione ereditaria a causa della lunga associazione con i chicchi maturi e dorati che sono stati alimenti base per la nostra specie per millenni? O è solo una cosa con patatine e crema pasticcera?

Amber Pudding sembra degno di essere riscoperto, magari sotto forma di tortine per il piatto di pasticcini alla tua prossima cena?


Un budino ambrato molto fine.
In una casseruola mettere mezzo chilo di burro, con tre quarti di libbra di panetto di zucchero a velo sciogliere il burro, e mescolarvi bene poi aggiungere i tuorli di quindici uova ben sbattute, e tanta arancia candita fresca quanto basta aggiungere colore e sapore ad esso, essendo prima sbattuto a una pasta fine. Foderare il piatto con la pasta per sformare e quando è riempito con quanto sopra, adagiare una crosta come si farebbe su una torta e cuocere in forno lento. È buono sia freddo che caldo.
Un nuovo sistema di cucina domestica, di una Signora (ME Rundell) 1808

Citazione per il giorno.

Crema pasticcera: una sostanza detestabile prodotta da una malvagia cospirazione della gallina, della mucca e del cuoco.
Ambrose Bierce, Il dizionario del diavolo (1906)


La via del dodo: una ricetta per il disastro

1 di 3 LONDRA, INGHILTERRA - 05 FEBBRAIO: Un impiegato del museo guarda un Dodo in mostra al "Extinction: Not the End of the World?" mostra al Museo di Storia Naturale il 5 febbraio 2013 a Londra, Inghilterra. Più del 99% delle specie che un tempo vagavano per il pianeta sono ora estinte. Gli organizzatori della mostra sperano di dimostrare che una vasta gamma di piante e animali è sopravvissuta. 80 esemplari del Museo sono in mostra dall'8 febbraio all'8 settembre 2013. (Foto di Peter Macdiarmid/Getty Images) *** BESTPIX *** Peter Macdiarmid / Getty Images 2013 Mostra altro Mostra meno

2 di 3 Un raro frammento di un osso di femore di Dodo viene visualizzato per le fotografie accanto a un'immagine di un membro della specie di uccelli estinti presso i locali della casa d'aste Christie's a Londra, mercoledì 27 marzo 2013. Il frammento osseo, che si stima da 10.000 a 15.000 sterline (da $ 15.105 a $ 22.657 e da 11.822 a 17.733 euro) nella prossima vendita di viaggi, scienze e storia naturale del 24 aprile, Christie's ritiene che sia il primo osso di Dodo ad essere messo all'asta dal 1934. (AP Photo/ Matt Dunham) Matt Dunham / AP 2013 Mostra di più Mostra meno

3 di 3 Mauritius Florence Guillemain/Getty Images/Photononstop RM, Getty Images Mostra di più Mostra meno

Era un uccello grasso e un enigma grasso, probabilmente poco intelligente, legato alla terra. Sebbene visti, ascoltati e gustati da centinaia di esploratori e coloni del XVII secolo sull'isola di Mauritius nell'Oceano Indiano, gli umani non ne hanno una rappresentazione perfetta rimasta. Gli uccelli si estinsero meno di 400 anni fa, ma abbiamo più dati sui dinosauri che sui dodo. I disegni ei dipinti sono parziali o fantastici. I resti organici sono incompleti e sparsi tra i musei del mondo: una testa e un piede in Inghilterra, una presunta pelle deformata e abbronzata a Praga, scheletri parziali in una dozzina di altre città. Ci sono alcuni scheletri completi, sì, ma non c'è un esemplare imbalsamato.

Per la maggior parte, &ldquododo&rdquo implica solo stupidità, obsolescenza o estinzione. Estinzione perché questo è ciò che ha reso famoso l'endemico mauriziano Raphus cucullatus (a.k.a. dodo). È stata l'estirpazione del dodo per mano degli olandesi in soli 80 anni, probabilmente meno del fatto che noi umani l'abbiamo strappato dall'albero filogenetico della vita prima ancora di avere la parola filogenetica che rende la creatura così notevole. Gli olandesi, con l'aiuto dei rivali marittimi europei, non hanno ucciso solo alcuni uccelli che hanno spazzato via una specie.

Gli umani arrivano a Mauritius per accamparsi: 1598.

Ultimo record di un dodo visto o mangiato: 1681.

Ultimo record affidabile: 1662.

Allora, cos'è successo? Una ricetta per il disastro.

Una veduta aerea di Mauritius. David Cannon/Getty Images

L'isola di Mauritius si trova a 560 miglia a est del Madagascar. Mentre i marinai arabi registravano l'isola sulle mappe prima del 13esimo secolo, i portoghesi furono i primi a registrare l'approdo nel 1507. Mauritius non aveva una popolazione umana nativa. I portoghesi continuarono a fermarsi sull'isola nei successivi 80 anni, ma non tentarono mai di stabilire una colonia. Se hanno mai visto i dodo, non si sono mai presi la briga di scrivere su di loro. L'unica prova che suggerisce che i portoghesi siano stati i primi a incontrare lo strano uccello è nel nome, poiché &ldquodoudo&rdquo significa &ldquocrazy&rdquo o &ldquoidiot&rdquo nel portoghese del XVI secolo. Origine a parte, è un nome infernale, che potrebbe essere responsabile dello status iconico del dodo. Dopotutto, molte altre specie si sono estinte a Mauritius e nelle isole vicine dopo l'arrivo degli europei, ma non parliamo mai di cose che sono "morte come un solitario Rodriguez" o che vanno "come fanno i piccioni olandesi".

Gli olandesi, che per primi misero piede a Mauritius nel 1598, e (brevemente) vi stabilirono una colonia a partire dal 1638, scrissero di diversi incontri con gli uccelli. Gli olandesi lo chiamavano con molti nomi, ma mai &ldquododo.&rdquo Perché, al di là del suo nome, era una creatura degna di nota. Alto quasi un metro e pesante quanto un bulldog, le sue gambe erano squamose come quelle di un tacchino ma più spesse e due volte più spesse del pollice. Poteva volare e sia le ali che la coda erano notevolmente ridotte. La sua testa era la sua caratteristica più notevole. La parte posteriore della sua testa era ammantata da un cappuccio di piume, ma la sua faccia era priva di piume, con la pelle che si trasformava in un becco dapprima stretto, poi bulboso e terminava con un robusto uncino minaccioso come l'artiglio di un martello.

Il dodo era lo strano uccello che era a causa del luogo in cui si è evoluto: su un'isola isolata, vulcanica, oceanica, a centinaia di miglia dalla terraferma. La vita è diversa su isole del genere. Ci sono due tipi di isole nel mondo: continentali e oceaniche. Quelli continentali, la Gran Bretagna, per esempio, un tempo facevano parte di un continente molto più vasto. Nel separarsi, queste masse continentali portano con sé qualunque specie si trovasse sulla terraferma.

Le isole oceaniche sono diverse. Mauritius è emersa dal mare dall'attività vulcanica tra 7 milioni e 10 milioni di anni fa. In termini di biota, ciò significa che tutto ciò che era a Mauritius quando arrivarono i portoghesi nel 1507 era arrivato da altrove. Le specie su un'isola oceanica sono quelle che sono brave ad andare in giro, ad attraversare vaste distese di mare e a sopravvivere: insetti, uccelli, tartarughe, semi portati dal vento da alberi e fiori e semi portati da cacca da uccelli. Una cosa che non si tende a trovare sulle remote isole oceaniche sono i mammiferi. Ad eccezione dei pipistrelli e di noi umani, quelli pelosi e pelosi generalmente possono superare l'ostacolo dello specchio d'acqua aperto in cui annegare.

Questa foto scattata il 16 settembre 2014 mostra un dodo impagliato, un uccello estinto, nella grande galleria Evolution del Museo di Storia Naturale di Parigi. Joel Saget/AFP/Getty Images

Il precursore del dodo potrebbe non essere sembrato molto diverso dal nostro piccione moderno, e quando quegli antenati simili a piccioni volanti del dodo sono atterrati a Mauritius, hanno trovato una terra stranamente priva delle loro preoccupazioni più comuni, predatori di mammiferi e serpenti. In questo ambiente conviviale, la selezione naturale si fece strada con il pre-dodo in una modalità completamente nuova. È diventato enorme. &ldquoGigantism,&rdquo the tendency of creatures to become strikingly large for their kind, is common on ocean islands, and it is generally a result of limited threats. Adding a lot of poundage is a major advantage in a place with limited resources, as islands by definition are. In times of plenty, you can store away nutrients, and in times of little, you can burn through the extra pounds while your tiny neighbors starve to death. Over time, the dodo&rsquos excess weight made flying impractical and then impossible. And whatever would one need to fly for? There was nothing around to harm the dodo. The great claw-hammer of a beak was helpful not just for digging into fruits, but as an adequate defense mechanism for the few remaining menaces on the island &mdash other birds and tortoises. What creature would wish to tangle with a 50-pound bird with a pickax for a nose? The dodo&rsquos oddity was an adaptation to the particular ecology of Mauritius. But the dodo was ill-equipped for human encounters.

The very first written account of the dodo was recorded by Vice-Admiral Wybrand van Warwijck, with the first fleet of Dutch ships to reach Mauritius in September 1598:

&ldquoWe called these birds Walghvogels (disgusting birds), partly because although we stewed them for a very long time, they were very tough to eat, yet the stomach and breast were extremely good, but also we thought the turtle doves had a rather better taste, and could get many of these.&rdquo

The fact that the sailors didn&rsquot find the dodo meat tasty seems to have had no effect on the vigor with which they hunted the birds. Indeed, subsequent reports on the dodo also assert that the meat was tough, oily and not particularly tasty. Nonetheless, of the 15 remaining firsthand accounts of dodos, 10 mention either hunting or eating the bird. Of the other five, two describe live dodos on display in foreign countries, one offers a visual and behavioral description of the bird, one mentions a dodo sent to England as a gift for a brother &mdash &ldquoif it live&rdquo &mdash and one describes several dodos having been brought on board a ship &ldquoto the delight of us all.&rdquo This evidence suggests that the majority of humans&rsquo interactions with dodos were of the culinary variety, while others were generally not limited to harmless birdwatching.

It was not just hunting that precipitated the decline. Another element of human consumption likely clinched Raphus cucullatus&rsquo fate. Though there is no ship&rsquos record testifying to the fact, sailors may have deposited animals on the island: monkeys (crab-eating macaques), goats, pigs and, accidentally, rats. The Portuguese explorers were in the habit of leaving animals behind on islands to go feral with the hope that they would breed, providing the next visitors with ample meat upon their arrival. There is also evidence the Dutch introduced these predatory invasive animals that would have not only eaten the dodos&rsquo food supply, but also their eggs, as the birds nested on the ground.

This picture taken on September 16, 2014 shows the skeleton of a dodo, an extinct bird, in the Evolution's great gallery of the Museum of Natural History in Paris. The Evolution's great gallery celebrates this year its 20th anniversary. AFP PHOTO/JOEL SAGETJOEL SAGET/AFP/Getty Images Joel Saget / AFP / Getty Images 2014

The dodo wasn&rsquot the only thing wiped out on Mauritius, but it was wiped out remarkably quickly, which has led scientists and others to ask why. Was the dodo already in decline by the time humans arrived? Was it subject to natural population fluctuations and the Dutch caught it on a downswing, ensuring the numbers would never swing upward again? The answer may be simply that without a human effort to preserve it, the dodo was too rare to survive. It had but a small range, even if it counted all of Mauritius its domain. It evolved there, and evolved into flightlessness, and consequently it was certain to live only there. The dodo was a species pushed to a logical physical extreme in the ecosystem of Mauritius it was a very sensible creature given its circumstances. Then the circumstances changed. Backed into a geographic and evolutionary corner, with the arrival of humans and our carelessness, the dodo could never escape.

Today the dodo&rsquos extinction may seem irrelevant, a faded piece of history. If dodos had survived, they would never have become a prized food. Nonetheless, they went extinct because we saw them as food and because we treated their habitat like our livestock pen. One would think extinctions like this, directly or indirectly culinary, would be a thing of the past, but the recipe for the dodo&rsquos demise is iterated all around us &mdash the world as a test kitchen for extinction.

In California, we have demonstrated poor stewardship of the wild species we eat, especially seafood. The sardine population on the West Coast has dropped by over 98 percent since 2006. We are in the fifth straight year of a ban on sardine fishing. Scientists warned of the potential for the population&rsquos collapse in 2012, yet fishing continued until 2015. Abalone populations have also plummeted, largely because of climate change, forcing fishing restrictions.

The sardine population on the West Coast has dropped by over 98 percent since 2006. Randy Wilder / Monterey Bay Aquarium

While California banned shark fin soup in 2013, the Animal Welfare Institute has documented nearly 30 restaurants, including several here in San Francisco and the Bay Area, that continue to offer it illegally. There is the persistent trend elsewhere in the world, most particularly China, of eating endangered species like pangolins, yellow-breasted buntings, owls, sturgeon, tigers and Chinese giant salamanders &mdash hunted and served to consumers despite local and international bans.

We are presiding over all this, what will someday be a faded piece of history. But this time, unlike the 17th century Dutch, we know. For almost 200 years humans didn&rsquot realize, didn&rsquot believe, that we had wiped dodos out. Because the birds were gone and there was no definitive evidence of their existence, many believed they were mythical. It was not until 1865 that a schoolteacher, George Clark, discovered the remains of dodo skeletons in southeastern Mauritius. Only then was the dodo&rsquos existence and extinction irrefutable.

It was an epiphany for 19th century humans looking back to realize that they&rsquod forced a species, especially a prized one, into extinction. It came as a shock to accept that humans wielded this godlike power. It was not a happy realization, this consciousness of our ability to destroy. It was a burden to be able to exhaust the world. A burden to realize we could save it &mdash if we cared to. That we still can. If we care to.


Thursday, March 29, 2012

Thursday higher if pivot crossed

  • Thursday possibly a bit più alto, low confidence.
  • ES pivot 1401.50. Breaking above is bullish.
  • Friday bias incerto, technically.
  • Monthly outlook: bias su.
  • ES Fantasy Trader standing aside.

Last night I was having trouble picking a direction for today so I just said "I think for the next few days we're going to consolidate around the 13,100-13,300 area". Well today the Dow gave us a range from 13,069 to 13,213, closing at 13,126. So I'd say that was a reasonable guess.The question now is, having closed near the lower end of the range, will we go higher on Thursday? The answer's not blowing in the wind, but it may be lurking in the charts.

Dow hourly
The Dow: Tonight I'm presenting a chart I don't bring up very often, but I think it has the most insight as to where we may be going on Thursday: the Dow hourly chart. (The thick black horizontal lines are the previous day range bars the other panels from top to bottom are volume, stochastic, CCI, RSI, and momentum).

I have added the descending RTC here that began at 3 PM yesterday. Note how we got a classical hammer in the 2 PM bar (3rd from the right). That was followed by a green candle that took us outside the RTC - that's a bullish setup. And the 4 PM bar was entirely outside the RTC - that's the bullish trigger.

Supporting this is the RTC which went oversold at 11 AM, bottomed at 1 PM, and then turned upward. Also, the last three volume bars are increasing. To me, this is a pretty good indication that the Dow may be wanting to go higher Thursday.

The VIX: Today the VIX actually dropped 0.77% on a very tall gravestone doji that took it out the top of its recent trading range but ultimately came right back to finish at 15.47. The futures showed a similar pattern. This has the look of a breakout attempt that was cut short. The indicators are confused here, and so am I, with momentum and RSI now moving lower but the stochastic just making a bullish crossover. Unless the VIX can manage a breakout of this 13 day range, we're more likely to see it move lower than higher from here, which would be good for stocks.

Market index futures: At 12:53 AM EDT, all three futures a just barely in the green with ES up just 0.04% after basically wandering aimlessly in the overnight. There is some comfort, I suppose, that after today's red candle, we're not moving any lower now. There does seem to be a shallow ascent going on from 10 PM. We'll be curious to see if this continues into the wee hours.

ES daily pivot: Tonight the pivot tumbles from 1410.75 to 1401.50. With ES just drifting since the close, that now puts us just one point below. We'll want to see ES break above this line by the open on Thursday. Failing to do that would be bearish.

Dollar index: Last night I thought the dollar looked ready to go higher and it did today, though only by 0.1% and on a long asymmetrical star, almost a shooting star. It's not clear though that this signifies another reversal. The indicators are all still quite oversold and the stochastic just made a bullish crossover today, suggesting a higher dollar again on Thursday, which would be bad again for stocks.

Morningstar Market Fair Value Index: Yesterday the index dropped from 0.98 to 0.97. To be still above the 0.96 level that provided resistance for so long is positive.


Storia: According to The Stock Traders Almanac, Thursday is historically neutro for the Dow but distinctly ribassista for the S&P..

I'm not seeing any real signs that we're due to go higher on Thursday, but I am seeing signs that the declines of the past two days may be close to played out. Today's tall ES star completely retraced Monday's big gain intraday, suggesting that the bears were unable to hold the low ground. Meanwhile, there's just two days left to the week, the month, and the quarter. Some people are looking for window dressing to occur, driving stocks higher, while others expect portfolio rebalancing to drive them lower.

It's all just too confusing for me right now so I'm going to stick to my same range call I made yesterday. Until we close out this week, I'm expecting the Dow to stay inside the area of 13,100-13,250. Based entirely on the action on hourly Dow chart though, I will go waaay out on a limb and hazard a guess that we might actually see a positive close Thursday. The ES pivot will be key - we need to break above 1401.50 and stay there, otherwise all bets are off.

Portfolio stats: the account remains at $129,375, after 25 trades (19 wins, 6 losses) starting from $100,000 on 1/1. With an identifiable edge still not present either way tonight, once again we are not trading.


Guarda il video: Raiuno - Almanacco del giorno dopo - 27 Settembre 1991 HD 720p50 (Luglio 2022).


Commenti:

  1. Cleavon

    Informazioni meravigliosamente, molto divertenti

  2. Terr

    È piacevole, questo ottimo pensiero deve essere proprio di proposito

  3. Byme

    Bravo, penso che questa sia la magnifica idea

  4. Blaze

    Non posso decidere.

  5. Mikalmaran

    Mi scusi per quello che sono consapevole di interferire... questa situazione. Abbiamo bisogno di discutere. Scrivi qui o in PM.



Scrivi un messaggio